Di seguito i nuovi contatti del servizio di Telesoccorso gestito dal Comitato di Novara della Croce Rossa Italiana, la cui sede è in Via XXIII Marzo 174/d a Novara:

telefono 338-5021220 (orari ufficio)

posta elettronica telesoccorso@crinovara.it

Sino a Gennaio 2019 saranno ancora attivi il Numero Verde 800-950980 e la mail vivilavita@telesoccorsonovara.it.

Di seguito un passaggio della comunicazione congiunta con “Vivi la Vita”, inviata lunedì 17 dicembre a tutti gli assistiti:

Carissimo/a,

con questa lettera confermiamo che da sabato 1° dicembre 2018 il servizio di Telesoccorso è stato rilevato dal Comitato di Novara della Croce Rossa Italiana, proseguendo quindi quanto fatto dall’Associazione “Vivi la Vita” onlus in questi anni.

A garanzia e guida delle azioni di Croce Rossa Italiana sono i 7 Principi Fondamentali: Umanità, Imparzialità, Neutralità, Indipendenza, Volontarietà, Unità, Universalità. Come ha fatto “Vivi la Vita” onlus sin dalla sua fondazione, anche Croce Rossa ha sempre messo “la persona” al centro del suo operato e si è impegnata ad erogare servizi di qualità: per questi motivi e per la sua storia e solidità, “Vivi la Vita” onlus, purtroppo impossibilitata a continuare il suo impegno, ha creduto fin da subito nella Croce Rossa quale ideale prosecutore del Telesoccorso.

Senza alcuna variazione potrà utilizzare il suo apparato di Telesoccorso in dotazione per chiedere aiuto in caso di emergenza: la risposta allarmi viene garantita dal personale di Croce Rossa Italiana, in possesso di tutti i suoi dati e che seguirà le corrette procedure al fine di esserle di aiuto, inviando sul posto i suoi famigliari e, quando necessario, i servizi di emergenza adeguati alla situazione.

Stiamo inoltre lavorando per portare avanti il servizio di Teleassistenza ovvero le periodiche chiamate di compagnia: in questa prima fase di transizione i volontari di “Vivi la Vita” onlus stanno proseguendo le telefonate che a breve verranno effettuate dai volontari della Croce Rossa.

A questo link si trova l’articolo sul “passaggio” del servizio di Telesoccorso.